Cerca

Ciclo mestruale e caldo: cosa succede?  

In estate il ciclo mestruale può subire variazioni: le mestruazioni possono arrivare con qualche giorno di ritardo oppure possono essere abbondanti. Inoltre, l’afa e l’aumento della sudorazione possono influire negativamente sui normali sintomi di quei giorni provocando disidratazione, debolezza e affaticamento.  

In realtà, cosa accade?

Il ciclo mestruale può essere irregolare, in questo periodo le donne hanno uno stile di vita diverso dal solito causando un ciclo più lungo o più breve. Infatti, i cambiamenti della routine possono modificare il normale equilibrio ormonale, causando un ciclo irregolare. È da precisare che si può definire “regolare” un ciclo mestruale che abbia una durata tra i 21 e i 35 giorni, non soltanto di 28 giorni.

Sono molte le donne che in estate hanno mestruazioni più abbondanti: ciò accade come conseguenza della dilatazione dei vasi sanguigni dovuta al forte caldo. Nel caso in cui il flusso sia decisamente abbondante, è importante consultare il proprio ginecologo. Inoltre, la perdita eccessiva di sangue può portare anche un abbassamento del ferro.

Oltre al flusso più abbondante, in estate le mestruazioni possono essere anche più dolorose. Questo succede perché con l’aumento delle temperature si tende ad essere più irritabili: avviene un calo ormonale di serotonina, melatonina, dopamina e endorfina che provoca ansia e nervosismo. Inoltre, l’uso del tradizionale assorbente può irritare la pelle intorno alla vulva, per colpa della sudorazione e dello sfregamento.

Ciclo mestruale in estate: consigli utili

Gestire al meglio le mestruazioni in estate è possibile, basta seguire semplici indicazioni:

  • Cambiare spesso l’assorbente esterno o preferire quello interno. In questo modo si evitano le irritazioni da sfregamento. Importante cambiare frequentemente anche l’assorbente interno.
  • Evitare di mangiare cibi molto zuccherati e ricchi di grassi.
  • Evitare bevande zuccherate e alcol.
  • Bere tanta acqua, mangiare molta frutta per mantenere una giusta idratazione.
  • Reintegrare i sali minerali persi con la sudorazione. Ad esempio è importante assumere il magnesio sia con l’alimentazione (gli alimenti maggiormente ricchi sono: cacao, spinaci, broccoli, patate, frutta secca, banane, semi di girasole, mandorle, fichi, prugne, legumi) che attraverso integratori.
  • Indossare abiti larghi e traspiranti.
  • Mangiare un po’ di cioccolata fondente per stimolare la produzione di serotonina (l’ormone della felicità).
  • Mangiare alimenti ricchi di ferro, come carne rossa, spinaci e legumi.
  • L’esercizio fisico moderato- come ad esempio una passeggiata o lo yoga possono aiutare ad alleviare i crampi, favorendo la circolazione del sangue.
  • Tisane come la camomilla o quella al finocchio possono ridurre il gonfiore e il dolore mestruale.

Compila il form e il nostro team ti contatterà per fornirti le informazioni che ti occorrono
o per fissare il tuo appuntamento con i nostri professionisti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto